Il legislatore federale non ha definito la certificazione pubblica una procedura particolare rispetto alla correlata forma qualificata di notificazione per scritto, tuttavia è prevista per gli atti più importanti della vita giuridica. Tale forma è specialmente necessaria per la costituzione di fondazioni, per i contratti matrimoniali e successori, per la trasmissione di proprietà fondiarie, per la costituzione delle principali servitù personali, per diritti indipendenti e duraturi di costruzione e servitù riguardanti l’abrogazione o la modifica di limitazioni di legge alla proprietà (dal 1.1.2012 per tutte le servitù personali e reali), per la costituzione contrattuale di privilegi fondiari (dal 1.1.2012 anche per cartelle ipotecarie intestate al proprietario), per la costituzione di persone giuridiche (società commerciali e società cooperative) e per la modifica di statuti.

La decisione sulle modalità della certificazione pubblica rientra nelle competenze cantonali (Art. 55 SchlT Codice civile), e si riferisce specificamente alle persone che possono eseguire le certificazioni pubbliche. Nei cantoni della Svizzera occidentale e nel canton Ticino questa mansione è compito del notaio che esercita in libera professione, nei cantoni della svizzera tedesca esistono sistemi diversi, cresciuti nell’ambito di una lunga tradizione, in alcuni cantoni esiste ancora il notariato statale puro, come a Zurigo (si veda Il notariato in Svizzera).

La certificazione pubblica persegue più obiettivi: la riproduzione conforme al vero e inalterata della volontà delle parti, la protezione delle parti dalla precipitazione e la protezione dei terzi, ovvero coloro che consultano i pubblici registri (in particolare il registro fondiario e il registro delle imprese) e che confidano nelle sue scritture; per questi registri vale, come è noto, la pubblica fede. Questi obiettivi possono essere raggiunti da un lato sottoponendo le persone autorizzate a stendere atti autentici a forti vincoli professionali, dall’altro facendo in modo che le procedure di certificazione formale vengano eseguite in presenza delle stesse. Ai vincoli professionali appartengono l’obbligo all’avvertimento sui diritti di parte e alla consulenza legale, l’obbligo di imparzialità, l’obbligo alla chiarezza e al segreto professionale. L’inserimento della persona autorizzata a stendere atti autentici, che nel notariato in libera professione è un giurista appositamente formato, ha dunque l’effetto di contribuire grandemente alla certezza e alla pace giuridiche.

Il buon funzionamento del registro fondiario e del registro delle imprese presuppone che l’amministratore disponga di documenti giustificativi in perfetto ordine, essendo tenuto in caso contrario a respingere la denuncia presentata. In un ambito in cui i valori in gioco sono significativi, la registrazione di documenti a certificazione pubblica da parte di giuristi abituati a redigere contratti specifici, è di importanza cruciale.